TripAdvisor Choice Award 2013 Miglior Hotel della Colombia

Il portale internet TripAdvisor ha recentemente conferito al Lancaster Hotel il premio Traveler’s Choice Award 2013 , basato sul giudizio di 75 milioni di viaggiatori. Lancaster House Hotel Suites and Events é stato decretato vincitore delle categorie Servizio Clienti e Popolarità e numero 16 in tutto il sud America.

CONTINUA A LEGGERE NASCONDI

Lo chef Tunisino offrirà autentico cibo arabo

Rhiad Chiss é uno dei giovani chef più conosciuti in Nord Africa, e ora é arrivato in Colombia.

Ad appena 30 anni, Chiss ha già lavorato presso i migliori hotel in Tunisia, Francia, Emirati Arabi e Australia. “ Ho dedicato la mia vita alla cucina da quando avevo 17 anni. Il bello di questo lavoro é che non ha limiti d’età”.

Continua a leggere CONTINUA A LEGGERE NASCONDI

Quando aveva 11 anni, Chiss amava guardare sua mamma e sua nonna in cucina. Secondo quanto racconta, grazie alla sua memoria fotografica é stato in grado di replicare le ricette che aveva visto preparare da loro.

Per questo chef tunisino il cibo arabo é piuttosto variegato, e afferma: ‘Il cibo libanese e dell’Arabia Saudita é sicuramente il più comune nel nostro paese, ma ci ricorda che esistono oltre 27 paesi arabi, ognuno con i suoi sapori specifici’.

“ La Tunisia e il Marocco sono vicini, ma il cibo é diverso. Quello marocchino fonde il dolce con il salato, mentre quello tunisino é più piccante e utilizza più erbe”, dice Rhiad.

Quando finì la scuola superiore, Chiss frequentò la scuola alberghiera, iniziando da subito a lavorare

negli hotel della Tunisia, e successivamente nei ristoranti e alberghi di lusso di Marsiglia (Francia). Il cibo tunisino é fortemente influenzato dalla cucina francese per via della vicinanza geografica.

Più tardi rientrò in Tunisia e poi si trasferì a Dubai (Emirati Arabi Uniti) in uno degli hotel della catena London Tulip, la famosa catena alberghiera olandese, con oltre 200 strutture in più di 40 paesi. Infine si é spostato in Australia, lavorando presso l’ambasciata tunisina a Canberra.

Grazie ai numerosi viaggi e alle sue relazioni, Rhiad non conosce solo il cibo arabo, che é la sua specialità, ma eccelle anche nella cucina indiana, giapponese, coreana e francese.

Avendo viaggiato in tutto il mondo, può sembrare strano che alla fine si sia stabilito in Colombia, dopo aver ottenuto un così eccellente lavoro in Australia.

Tuttavia, la ragione che lo trattiene in questo paese non ha a che fare con i viaggi, né con la cucina, bensì con l’amore.

Rhiad ha infatti conosciuto una dentista colombiana online, incontrandola poi di persona a Canberra (Australia) in occasione della partecipazione di lei al Congresso Internazionale dei Dentisti, e immediatamente hanno deciso di sposarsi. Si sono così trasferiti a Bucaramanga e dall’inizio dell’anno vivono a Bogotà.

Poiché Rhiad é abituato a lavorare negli alberghi di lusso, ha approfittato di questo trasferimento a Bogotà per lavorare al Lancaster Hotel, che é stato recentemente insignito del premio Traveler’s Choice Award 2013 nelle categorie Customer Service e Popolarità, ed é stato votato come sedicesimo miglior hotel di tutto il Sudamerica. Questo onore é stato conferito da TripAdvisor, il portale di viaggi più popolare del mondo, nonché il portale online che vanta la miglior reputazione nell’industria del turismo, secondo quando riportato da Proexport.

La difficoltà di riempire gli alberghi nella capitale

8 Marzo, 2013 – EL TIEMPO

Continua a leggere CONTINUA A LEGGERE NASCONDI

La presenza turistica negli alberghi é scesa di 4.5 punti dal 2011 al 2012. Il numero di hotel é cresciuto del 14.1%.

Senza un centro convegni per oltre 1500 persone, e con un numero di camere che é raddoppiato rispetto alla richiesta, il livello di presenze dal 2011 al 2012 é sceso a Bogotà dal 62.96% al 58.38%.

“ C’é stato uno squilibrio tra domanda e offerta”, ha confermato Juan Leonardo Correa, presidente dell’Associazione colombiana del turismo e degli hotel (Cotelco), in riferimento alle statistiche secondo cui il numero di visitatori é aumentato del 6.53%, mentre il numero di camere in hotel

é cresciuto del 14.1%.

Spiega Alexandra Torres, executive manager del Bogotà conventions Bureau: “Sebbene ci sia abbondanza di posti letto in hotel, a causa della mancanza di un buon centro congressi, la città ha perso la possibilità di ospitare eventi come il Congresso Latinoamericano di microbiologia, il Forum Latinoamericano sul trasporto aereo e le Olimpiadi della Matematica”.

La Torres aggiunge che questa mancanza verrà ridotta in parte nel 2015, con l’inaugurazione dell’Agora Convention Center, un edificio di 5 piani connesso a Corferias, il quale avrà la capacità di ospitare fino a 4000 persone in un’area di 6500 m2. In questo modo - assicura- sarà possibile attrarre eventi come il Congresso Mondiale di Ginecologia, che potrebbe contare ben 8000 partecipanti nel 2016.

Un altro problema che impedisce agli hotel della capitale di riempirsi di turisti é la concentrazione in aeree come Corferias, l’aeroporto, e il Park 93.

“ Il boom é influenzato principalmente dall’interesse dei costruttori a fare soldi, senza avere una reale conoscenza dell’industria alberghiera”, afferma Erick Trujillo, manager del Lancaster House Hotel, il quale ha avvertito che potrebbe verificarsi una crisi se la speculazione edilizia continua.

“Il nostro tasso di presenza alberghiera é cresciuto dal 72% del 2011 al 74% dello scorso anno”, aggiunge Trujillo, il quale prevede che il Lancaster House continuerà a crescere nel 2013. L’obiettivo é raggiungere il 76%.

Dall’altro lato, Ana Ofelia González, manager dell’Hotel Estelar de la Feria, ha ammesso una diminuzione delle presenze.

“Siamo passati dal 68% del 2011 al 66% dello scorso anno”, afferma. Secondo lei il calo é dovuto a un eccesso di offerta in quella zona, seguito all’arrivo di grandi catene alberghiere come Wyndham e Trip.

La González sostiene che molti nuovi e piccoli hotel offrono tariffe molto basse, che hanno costretto Estelar de la Feria ad abbassare i suoi prezzi del 10% (vicino ai 200,000 pesos).

“L’aumento dell’offerta rende necessario spartire la torta” afferma, e aggiunge che “ nell’industria alberghiera 900 camere saranno costruite entro il 2015”.

Un fattore che non é passato inosservato tra le cause del calo presenze é anche il tasso di cambio. “Quando il dollaro valeva 2800 pesos, eravamo più attraenti, ma ora, con il cambio a 1800 non lo siamo più molto”, assicura Maria Patricia Guzman, executive manager di Cotelco (sezione di Bogotà-Cundinamarca).

Essere parte di una catena aiuta

Gli hotel con marchio internazionale che si sono stabiliti nel paese hanno alcuni vantaggi che garantiscono loro un alto numero di presenze.

“Abbiamo il vantaggio di fornire non solo camere, ma anche sale conferenze, il che genera utili; abbiamo inoltre il supporto di un nome riconosciuto e un sistema di prenotazioni che ci manda ospiti” dice Luis Perillo, manager del Bogotà Hilton.

Questo hotel, situato nel centro finanziario della città, non vuole divulgare il numero delle proprie presenze, ma Perillo afferma che l’utile é cresciuto del 25%, al di sopra dell’obiettivo che si erano prefissati.

“Gli Americani preferiscono gli alberghi con un marchio; loro vanno nei posti che conoscono” afferma Ana Romero, manager dell’Hotel Estelar de la Fontana. E aggiunge che la città di Bogotà é pubblicizzata nei 24 hotel della catena Estelar in Perù, Colombia e Panama.

Secondo Luis Fernando Rosas, direttore dell’Istituto distrettuale del turismo (IDT), la promozione oltre confine é necessaria, ad esempio quella organizzata quest’anno al Fitur di Madrid e alla IBT di Berlino (Germania).

“ Bogotà ha già stretto alleanza per promuovere sé stessa insieme a Quindio e Cartagena, e presto si unirà anche Medellin”, conferma.

  • JUAN URIBE
  • SCRITTORE DI EL TIEMPO

Festival Arabo

1 Marzo- 30 Aprile

Continua a leggere CONTINUA A LEGGERE NASCONDI

Nel ristorante Bistro 106 dal 1 Marzo al 30 Aprile sarà possibile gustare le specialità arabe dello chef Riadh Ghiss.

Ogni piatto ha un costo di 25,000 COP

Servizio: dalle 12 alle 15

Pesce: Samka Harra , insalata di Fettuch, riso arabo, patata francese

Pollo: piatto misto arabo: spiedini di shish Taouk, falafel, insalata di Fettuch, riso arabo, patata Francese

Carne: Ain Sbanyouriya: carne tritata riempita con uova